It was a pleasure of working with Sofia in the past year. During this time, we worked together on multiple projects related to Web, Mobile and UX Analysis in TotalERG S.p.A. and italiana petroli S.p.A.
Sofia and her team in So Make are people with a strong driving for results.
As Digital Solution Specialists, we need performance and acquisition patterns view, focused on visitor acquisition efficiency analysis reports.
Thanks to their exceptional troubleshooting and analytical skills, we have got great custom reports to measures the effectiveness of marketing campaigns and strategies.

Emilia BartoliniIT Architect presso Vantea SMART spa
Progetto

App Consumer per Raccolta Punti

Strumenti

UX Cam, Google Analytics, Google Tag Manager, Google Data Studio, Google Data Sheet

Ci sono due tristi destini a cui le app consumer vanno spesso incontro:
il primo è essere scaricate dall’utente finale, ma poi non utilizzate. Per quanto alto sia stato l’investimento dell’azienda, il loro potenziale resta inespresso
Il secondo è fornire una miniera di dati che anche se raccolti, non vengono elaborati ed interpretati

La Data Analysis è un antidoto efficace a questi due problemi troppo diffusi e che si traducono in costi monetari rilevanti e insuccessi.

Investire in digitalizzazione

Una realtà nazionale importante, forte della diffusione capillare dei suoi punti vendita su tutto il territorio italiano e di un brand conosciuto da tutti, decide di investire sulla digitalizzazione dei suoi processi e lancia la propria app mobile.

Un prodotto su cui l’azienda ha investito molto, con l’obiettivo di sostituire la classica carta di raccolta punti in un formato digitale per veicolare meglio i successivi concorsi e promozioni.

Forte della sua posizione di mercato, l’app viene scaricata migliaia di volte ogni mese e arriva negli smartphone degli utenti finali.

Aprire la “scatola nera”

Un successo di mercato, quindi. Ma quanto viene effettivamente utilizzata questa app? E può dare indicazioni sul successo delle diverse campagne di advertising, o delle formule di comunicazione adottate?

Per quanto ogni singolo utilizzo dell’app sia tracciato, non è facile fare ordine nella mole enorme di dati che ogni settimana arrivano ai server aziendali.

I Big Data devono diventare leggibili per il management aziendale e per lo stesso reparto IT.
Devono diventare Smart Data e guidare decisioni strategiche importanti.

L’intervento

Il lavoro svolto è stato di affiancamento e collaborazione con due diversi reparti dell’azienda: il reparto tecnico e quello commerciale. Due aree che spesso non dialogano bene, in tutte le realtà aziendali, proprio per l’assenza di un territorio di dialogo comune: i dati che guidano le azioni.

La prima fase di lavoro si è concentrata sulla definizione degli obiettivi. Avere troppi dati, a volte, è come non averne nessuno; l’identificazione delle informazioni realmente strategiche per l’azienda è una fase a cui dedicare la massima attenzione.

Dialogando con l’azienda sono stati definiti i KPI e i dati quantitativi e qualitativi che dovevano essere estrapolati:
quanti utenti arrivano fino alla schermata X?
in quanti abbandonano prima e in che punto?
quali sono i passaggi?
…e molto altro ancora.

Dopo questa fase, quella più funzionale alle strategie di marketing, è stato avviato un round operativo per impostare la raccolta di questi dati e tradurli poi in insight di valore.

Le modifiche necessarie sono state fatte dal team che si occupa dello sviluppo e della manutenzione dell’app, sotto la nostra guida.

dashboard data studio

È stato effettuato il set-up della piattaforma su cui i dati venivano raccolti e distillati in informazioni preziose, e successivamente, impostato un sistema di reportistica automatico in grado di far arrivare informazioni utili e intellegibili in real time, direttamente sui computer dei responsabili aziendali coinvolti nel progetto.

I risultati

Il primo, importante risultato è stato identificare le criticità nell’esperienza utente, che in un modo o in un altro sono sempre presenti in ogni app.

L’abbandono della procedura di prima registrazione, per esempio, è un problema che affligge moltissime app. Spesso il rispetto di tutte le normative relative alla privacy costringe a realizzare flussi di registrazione o login complessi e articolati per l’utente.

È infatti uno dei motivi per cui alcune app, pur scaricate, non vengono poi utilizzate ed è anche uno dei motivi per cui gli utenti preferiscono le social-login:

Utenti registrati con email

Utenti registrati da Facebook

Utenti registrati da Google

Identificando i passaggi esatti che mettevano in difficoltà l’utente, abbiamo potuto trasmettere al reparto IT le istruzioni necessarie a migliorare la procedura di registrazione.

Lo stesso tipo di analisi è stato fatto con le diverse funzionalità dell’app identificando i punti critici, le funzionalità più apprezzate, quelle che generano meno interesse.

I dati raccolti hanno aiutato sia nel miglioramento tecnico progressivo dell’app, sia nella valutazione delle iniziative promozionali e di marketing.

Monitorare le campagne a livello territoriale, per esempio, aiuta anche a comprendere dove concentrare le risorse per rafforzare la brand awareness:

totalerg brand awareness

Le fasi successive

Oltre a permettere il miglioramento continuo delle funzionalità già esistenti, l’analisi dei dati è un prezioso supporto ogni volta che si vogliono implementare funzionalità nuove, perché vengono studiate fin dall’inizio con una consapevolezza maggiore e subito testate con attenzione.

L’app adesso fornisce dati interessanti sul successo delle diverse iniziative dell’azienda e soprattutto sono dati utili, che guideranno le future strategie di marketing.

Interrogare i numeri è diventato un metodo di lavoro abituale con tutti i benefici di un metodo decisionale più efficace.